Viaggiare a Cipro è sicuro?

Cipro è una destinazione turistica sicura? A domandarselo sono molti turisti, preoccupati dopo gli attacchi aerei contro gli obiettivi del governo siriano dalla base RAF ad Akrotiri. Una preoccupazione che è dunque soprattutto britannica (ma non solo), e che si è accompagnata dall’evidenza che il primo ministro britannico Theresa May ha dovuto convocare il presidente Nicos Anastasiades per informarlo sull’azione militare in Siria e soprattutto per rassicurarlo che non c’era alcun pericolo per Cipro.

Ricordiamo che Cipro ha visto gli arrivi del turismo giungere a livelli record negli ultimi tre anni e spera ora che nel 2018 si possa giungere a nuove vette. Il Regno Unito è la principale fonte di business per Cipro, con una quota prevalente sul numero dei visitatori, davanti anche alla sempre prolifica Russia.

Ad ogni modo, per il momento non sembrano esserci grandi scossoni nei flussi turistici tra Regno Unito e Cipro, tanto che per ora né il Regno Unito né gli Stati Uniti hanno cambiato i loro consigli di viaggio per il Paese di destinazione.

Un portavoce della British High School ha dichiarato al Mail di Cipro che “non abbiamo cambiato i nostri consigli di viaggio per Cipro e non abbiamo intenzione di farlo. Il tono degli articoli nella stampa britannica non è corretto”, riferendosi a qualche contenuto evidentemente troppo acceso e preoccupato.

Il portavoce delle basi britanniche Sean Tully ha dichiarato di non aver visto alcuna testimonianza di residenti britannici o turisti che volessero fuggire da Cipro. “È molto sicuro venire a Cipro” – ha commentato. Lo stesso riferiscono le autorità turistiche locali, con il  direttore generale dell’agenzia di turismo di Cipro (CTO), Marinos Menelaou, che ha affermato che non ci sono state cancellazioni e ritardi dei voli a causa dei raid aerei. “Continuiamo a monitorare la situazione. Abbiamo una società di pubbliche relazioni a Londra che monitora i tabloid. Siamo al top della situazione” – ha ancora aggiunto.

In un annuncio successivo, il CTO ha fatto riferimento a dichiarazioni ufficiali, da parte del governo, del Ministero degli esteri e delle autorità dell’aviazione civile, precisando che “Cipro rimane la destinazione di vacanza sicura che è sempre stata”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *